SPEEDING UP ROBIN HOOD: ROBIN HOOD IMPOSTA LA TRAPPOLA

Puntata 5/10 della serie speeding up Robin Hood.

Una storia a puntate che racconta in modo ironico il mondo dell’innovazione e il metodo che Thinkalize adotta nell’affrontare le sfide.

Buona lettura!

Tre settimane dopo il lampo sul bordo della strada in Lorena, Joseph aveva davanti a sé una specifica chiara e completa. Lo stava leggendo per la terza volta, sorseggiando un bicchiere di vino bianco. La medicina del Parkinson non va d’accordo con lo Chardonnay, ma pensava che gli sforzi per morire sani fossero comunque una corsa per una chimera sopravvalutata. Si sentì rilassato e ancora più concentrato dopo qualche sorso. Gli piaceva il lavoro preliminare svolto finora, specialmente come Roger, nell’ultima sessione di Skype gli stava dicendo che questa è ancora la specifica preliminare. In effetti, ha capito che con così tante incognite, non è stato in pochi giorni, che è stato possibile inchiodare la soluzione perfetta.

Ciò che gli piaceva anche era la proposta finanziaria che seguiva quella sessione di Skype e l’ultimo chiarimento. L’offerta era completa, cristallina e i risultati finali sono stati descritti in dettaglio. Poteva vedere che non stava entrando in una storia senza fine o di fronte a una scatola nera. Il complesso progetto è stato suddiviso in sequenze logiche e a ciascuna delle fasi era associato un prezzo chiaro e definito. In qualsiasi fase del processo, poteva fermarlo e basta. Oppure poteva continuare fino al completamento, tenendo in mano un prototipo funzionante da mettere in macchina e dimostrare a chiunque volesse vincere per la sua causa, che l’idea della milza fosse in realtà una soluzione straordinaria per risolvere un’intera serie di contemporanei i problemi.

La proposta esaminava tutti gli aspetti principali. Comprendeva la fattibilità tecnica e una descrizione completa di quali tecnologie dovevano essere utilizzate per ottenere il risultato atteso. Ha esaminato la situazione molto specifica del mercato con un’analisi approfondita delle reazioni prevedibili delle principali parti interessate. Ultimo ma non meno importante, la struttura portante di una strategia di marketing per superare gli ostacoli scoperti nell’analisi di mercato, inclusa una strategia di lancio, è stata offerta come parte del pacchetto. E anche l’importo totale che avrebbe dovuto considerare la spesa non era uno spoiler. Ovviamente, anche il concetto Thinkalize stava lavorando sul lato finanziario.

Quella sera Joseph decise che voleva proseguire con il progetto e mandò una e-mail con l’accordo da lui firmato.

Roger fu il primo a vedere l’accettazione di Joseph. Gli piaceva l’idea di lavorare su un progetto così impegnativo ed era ansioso di mettere insieme la squadra giusta di persone per farlo. Doveva comunque attendere il passaggio ufficiale dalla sede centrale, dove Nicoletta stava firmando ogni progetto, prima dell’inizio. Più tardi quel giorno, Nicoletta e Roger hanno avuto un’ulteriore discussione sulla composizione della squadra, e in particolare sulle competenze richieste. Dato che il primo passo concordato con Joseph era finalizzare una specifica su cui il gruppo tecnico poteva lavorare, era cruciale mettere insieme un primo sottogruppo che avrebbe lavorato sul contesto automobilistico specifico.

Privacy Preferences
Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.
× Web Chat